bombing, brillantatura chimica,oro cianuro potassio, KAu(CN)3

Impianti di Brillantatura chimica (bombing)

L'impianto di brillantatura chimica (bombing) consente il trattamento superficiale dei pezzi di oreficeria per via chimica, grazie alla reazione tra perossido di idrogeno (H2O2) e cianuro di potassio (KCN).*

L’impianto consente di effettuare la reazione in completa sicurezza e sotto cappa di aspirazione. L’impianto è inoltre dotato di vasca di stoccaggio e filtrazione dei liquidi esausti per il successivo recupero dei metalli preziosi presenti in soluzione.

PRINCIPALI CARATTERISTICHE:

  • Versatile (consente il trattamento di leghe d’oro e di argento);
  • Sicuro;
  • Minima asportazione dei metalli preziosi;
  • Possibilità di recupero dei metalli preziosi;
  • Generatore di vapore incluso.

 E' OFFERTA SPECIFICA CONSULENZA SULLA TIPOLOGIA DI LEGA E DI PRODOTTO,  COMPRENSIVA DI PROVE DI BRILLANTATURA

Modello BT-CHBR-01
Capacità 400 Lt
Dimensioni cabina [mm] 1.200 x 800 x 1.800
Dimensioni vasca di stoccaggio liquidi [mm] 750 x 750 x 1.200 h
Alimentazione 400 V – 50 Hz
Potenza 8 kW

 *Nota: per l’installazione di un Impianto di Brillantura Chimica (Bombing) l’utilizzatore deve essere in possesso del Patentino di abilitazione alla manipolazione dei Gas Tossici - Cianuri Alcalini ai sensi del R.D. N. 147 del 09/01/1927.

 

Scopri come recuperare i metalli preziosi dai liquidi del processo di brillantatura chimica!!

bombing_01.jpgbombing_02.jpgbombing_03.jpgbombing_04.jpgbombing_05.jpgbombing_06.jpg